Ansia senza motivo: strategie naturali per combatterla

Ansia senza motivo: quali strategie e rimedi naturali scegliere?

L’ansia è un problema molto diffuso, probabilmente ben più comune rispetto a quanto si possa credere, una condizione psico-fisica che merita la dovuta attenzione e che non deve essere assolutamente sottovalutata.

L’ansia come normale reazione dell’organismo e l’ansia come disturbo arrivano spesso senza motivo apparente.

Ancor prima di approfondire la questione dei rimedi e delle strategie efficaci per combattere l’ansia è utile fare una precisazione: dinanzi ad una preoccupazione o ad un evento che suscita apprensione è del tutto normale essere interessati da ansia, a condizione che, ovviamente, la stessa si presenti in modo commisurato rispetto a ciò che si sta vivendo.

L’ansia è una reazione fisiologica, una sorta di stato di allerta con cui il corpo e la mente cercano di reagire dinanzi a situazioni particolarmente complesse.

Ansia senza motivo

Ansia senza motivo

L’ansia intesa come disturbo, invece, è un qualcosa di ben diverso: la persona che ne è interessata, infatti, avverte i sintomi più tipici dell’ansia in modo spesso immotivato, o comunque versa in uno stato di apprensione e di agitazione emotiva che non è assolutamente commisurato alle reali preoccupazioni che la persona sta vivendo.

L’ansia consapevole e l’ansia inconsapevole senza motivo

In alcuni casi, la persona interessata da ansia matura psicologicamente una serie di convinzioni del tutto immotivate, le quali la portano ad entrare in uno stato d’agitazione che non è giustificabile dal punto di vista razionale; in altri casi ancora, invece, la persona è perfettamente consapevole del fatto che non vi siano aspetti razionali per sviluppare uno stato ansioso, nonostante questo gli indesiderati sintomi dell’ansia si manifestano ugualmente, e non si riescono a controllare.

L’ansia può manifestarsi in modi molto diversi, ed è certamente importante riconoscerne i sintomi; molte persone, è utile sottolinearlo, fanno molta fatica ad ammettere di essere interessate da ansia, di conseguenza è opportuno che i parenti, gli amici e tutte le persone vicine prestino attenzione a determinate tipologie di atteggiamento.

I più comuni sintomi dell’ansia

La persona in ansia versa in uno stato di agitazione psicologico che la rende visibilmente tesa, agitata, talvolta perfino sconclusionata nel suo modo di parlare.

I soggetti in ansia manifestano spesso degli atteggiamenti compulsivi, come ad esempio i tic nervosi, divengono molto più vulnerabili dinanzi alle loro dipendenze, a prescindere da quali esse siano, e tendono ad essere fastidiosi, o perfino irritanti, nei confronti degli altri.

Dal punto di vista prettamente fisico, l’ansia implica principalmente un incremento dei battiti cardiaci, sensazioni di tremore e di nausea, e in alcuni casi anche difficoltà respiratorie.

Laddove l’ansia dovesse manifestarsi in modo particolarmente acuto, peraltro, non sono rari degli episodi molto evidenti, come ad esempio dei veri e propri attacchi di panico.

L’ansia e le sue cause: aspetti psicologici e fisici

L’ansia è, dunque, un problema inerente la sfera psichica, e in quanto tale può avere le cause più disparate.

Giusto per fare degli esempi, una persona può essere interessata da ansia per il fatto di essere reduce da periodi di particolare stress, per il fatto di aver vissuto degli eventi traumatici, per via di spiacevoli situazioni familiari o lavorative, oppure anche per ragioni di natura fisica, ovvero ad esempio per il fatto di aver fatto uso di sostanze stupefacenti; l’ansia, allo stesso modo, è una condizione assai comune in quei soggetti che stanno cercando di abbandonare una loro dipendenza.

Lo sport, un toccasana per fronteggiare l’ansia

Alla luce di quanto visto, dunque, ogni singolo caso di ansia merita di essere considerato in modo univoco e merita quindi delle terapie specifiche; sulla base di questa premessa, tuttavia, è assai comune che i professionisti suggeriscano ai pazienti interessati da ansia di praticare un’attività sportiva.

A tal riguardo, il parere dei medici è pressochè unanime: praticare uno sport è davvero un’ottima abitudine per la persona interessata da ansia: il soggetto infatti può trovare, nell’attività sportiva, un’ottima valvola di sfogo, allo stesso modo tende a maturare una sensazione di maggiore controllo del proprio corpo, e ciò non può che tornare positivo.

L’attività fisica è utile, ma non sostituisce la terapia

É utile precisare, tuttavia, che l’attività sportiva non deve essere intesa come sostitutivo della terapia tradizionale: in un sito web assolutamente attendibile quale Sanioggi.it, infatti, Claudia L. conferma l’utilità della pratica sportiva nel contrasto al disturbo d’ansia, sottolineando però come lo sport non possa essere considerato sinonimo di terapia e suggerisce anche molti rimedi naturali.

Aldilà di questa doverosa ed autorevole precisazione, ad ogni modo, la pratica sportiva è sempre consigliata alla persona ansiosa, vediamo dunque quali sono le discipline che meglio si confanno alle esigenze della persona che desidera superare questo problema psico-fisico.

Lo sport della persona ansiosa: quali caratteristiche deve avere

In generale, è preferibile che la persona ansiosa svolga delle attività sportive rigorosamente non agonistiche: l’apprensione per la gara, la competizione, il timore di non essere sufficientemente competitivi, sono tutti aspetti che si conciliano male con il percorso intrapreso dalla persona che vuol sconfiggere l’ansia.

Per la persona ansiosa, quindi, sport deve essere sinonimo di distensione, non certo di apprensione, e l’allenamento deve essere un sano momento della giornata in cui ci si dedica esclusivamente a se stessi, azzerando tutte le preoccupazioni ed i pensieri negativi.

Lo jogging e il ciclismo, due ottimi sport

Uno sport ottimo per la pensiona ansiosa è sicuramente lo jogging: fare della corsa leggera protraendola per un tempo significativo può essere davvero l’ideale, ed è ancor meglio praticare questa disciplina all’aperto, a stretto contatto con la natura, in quanto è accentuato l’effetto rilassante.

Anche andare in bicicletta può essere lo sport ideale per chi soffre di ansia: anche in questo caso, infatti, si tratta di una pratica sportiva che richiede resistenza, piuttosto che potenza, di conseguenza è davvero perfetta per la persona che vuol contrastare i suoi stati ansiosi.

Percorrere dei lunghi tragitti in bicicletta, anche senza in alcun modo forzare dal punto di vista della velocità e del dispendio energetico, è utilissimo alla persona anche per pensare, per riflettere, per recuperare la consapevolezza e la lucidità mentale che l’ansia purtroppo riesce, in alcuni frangenti, ad annebbiare.

Il nuoto: perchè è un buon sport per l’ansioso

Anche il nuoto è una disciplina può rivelarsi assolutamente in linea con le esigenze della persona ansiosa, e molti esperti suggeriscono in particolare di soffermarsi sui tuffi.

Il gesto atletico del tuffo in piscina, infatti, può costituire un’emozione nuova e piacevole, un’esperienza adrenalinica, per quanto semplice, e può far acquisire alla persona una maggiore consapevolezza nei suoi mezzi, nelle sue potenzialità.

Questa pratica, nello specifico, è vivamente consigliata a quei soggetti ansiosi che convivono con delle paure: il gesto di tuffarsi, infatti, rappresenta una sorta di stimolo, un simbolo di come ogni paura possa essere vinta con la giusta dose di volontà e di determinazione.

La danza ed i balli di coppia

Anche la danza può essere senza dubbio un ottimo sport per chi è ansioso, essendo una pratica dintensiva, non agonistica, e che coinvolge il fisico nella sua interessa.

Se la persona risente della sua ansia dal punto di vista delle sue normali capacità di relazionarsi con gli altri, può essere una scelta ottima quella di dedicarsi a qualsiasi tipologia di ballo da effettuarsi in coppia.

Balli di questo tipo, dunque, non solo garantiscono i preziosi benefici che la pratica sportiva può apportare, ma aiutano la persona ansiosa a sciogliersi nei rapporti con gli altri, mettendo da parte le negatività che, assai spesso, tendono ad autoalimentarsi nella psiche di chi è interessato da questo problema.

yoga contro l'ansia

yoga contro l’ansia

Lo yoga, antica disciplina molto preziosa per chi è ansioso

Non si può davvero non citare, infine, lo yoga: questa disciplina non è propriamente uno sport, certo, tuttavia è considerata una delle pratiche più interessanti per le persone ansiose. Una vera tecnica di rilassamento naturale.

Lo yoga coinvolge allo stesso modo sia il fisico che la mente, fondandosi sia sulla meditazione che sulla cura della respirazione, ed è perfetto per contrastare le manifestazioni più fisiche dell’ansia, come ad esempio il battito cardiaco accelerato.

Lo yoga è inoltre ideale per le persone che hanno loro malgrado sviluppato uno stato di ansia per il fatto di convivere con un forte stress, magari legato alla frenesia della quotidianità.

Praticare lo yoga significa ritagliarsi dei momenti da dedicare esclusivamente alla propria persona, dimenticando ogni pensiero, ogni preoccupazione, concentrandosi soltanto sul proprio benessere.

Insomma, non esiste in assoluto una pratica sportiva che, più di altre merita di essere considerata ideale per chi soffre di ansia: la scelta del tipo di sport da praticare è molto soggettiva, e dipende dalle preferenze personali della persona, certamente, ma anche dal tipo di ansia da cui è interessata.

É utile sottolineare ancora una volta, tuttavia, che la pratica di uno sport è da intendersi solo come un prezioso complemento nel percorso di contrasto agli stati ansiosi: la persona, infatti, dovrà sempre attenersi a quanto suggerito dallo specialista cui si rivolge, e dovrà quindi sottoporsi a tutte le terapie previste per le sue specifiche necessità.

Segnaliamo e ringraziamo MentalHealth.org che offre approfondimenti sull’argomento dei disturbi d’ansia.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.