Depressione: 5 abitudini sbagliate che ti ci avvicinano

Abitudini sbagliate depressione: gli errori più clamorosi di ogni giorno

Una dieta corretta e dell’esercizio fisico non bastano per combattere la depressione. Sono le attività più banali che fai ogni giorno ad avere, invece, un forte impatto sulla tua vita e sul tuo benessere psicofisico. Per esempio, credi ti faccia bene trascorrere interi pomeriggi chiusa in camera tua con le cuffie nelle orecchie a guardare serie televisive a un computer?

Non fraintendermi, come te sono un’appassionata e la sera, dopo una giornata ricca di eventi, sono pronta a godermi le nuove puntate appena andate in onda. Quello che non va bene è cadere nel baratro dell’abitudine e della folle esagerazione: va bene tutto, ma sai che là fuori c’è un mondo che ti aspetta?

Abitudini sbagliate depressione: 5 errori da evitare

depressione

Abitudini sbagliate depressione che ti porti dietro tutti i giorni.

1. Non integrare abbastanza spezie nella dieta

Sì, sto parlando proprio di quelle delizie che impreziosiscono le tue portate in cucina. Secondo un importante studio scientifico pubblicato sul British Medical Journal, la capsaicina (principale componente attivo del peperoncino) è in gran parte responsabile del minor rischio di mortalità anticipata e del benessere psicologico.

Infatti, ha un sacco di proprietà benefiche che influiscono sia sull’umore che sul fisico. Tra queste cito gli effetti anti-obesità, anti-infiammatori, anti-cancro e anti-ipertensivi.

2. Trascorrere molto tempo da soli

Sono una sostenitrice convinta del fatto che passare del tempo soli con se stessi sia di fondamentale importanza per mantenere una solida sanità mentale. Ma se questo significa instaurare un rapporto privilegiato con i tuoi personaggi preferiti piuttosto che con un tuo simile, allora qualcosa non quadra e non ti porterà altro che ad avvicinarti sempre di più verso il pericoloso baratro della depressione.

Lo rivela anche un articolo pubblicato sulla rivista Perspectives on Psychological Science che ha scoperto come le persone prive di vita sociale sono più a rischio di morte precoce. I dati parlano chiaro: analizzando le informazioni relative a circa 70 studi diversi, i ricercatori hanno stimato che la solitudine aumenta il rischio di morte prematura e di depressione del 26 per cento. Ancora più spaventosa è la scoperta che la solitudine e l’isolamento sociale sembrano essere associati all’obesità grave.

3. Vivere in maniera sedentaria

Una vita sedentaria è una di quelle abitudini sbagliate depressione difficili da sradicare. Questo perché è inevitabile rimanere seduti sul luogo di lavoro. Insomma, molti di noi trascorrono almeno 8 ore al giorno curvi davanti al monitor di un computer e quando si arriva a casa non si fa altro che sedersi su un divano e accendere la televisione per poi buttarsi a pesce nel letto. Alla fine dei conti, quanto ci siamo mossi in realtà?

Perché non provare, invece, a godersi l’aria frizzantina stagionale camminando, se possibile, invece di utilizzare l’auto? Perché non godersi una bella passeggiata in un parco prima di rientrare a casa? E perché non cominciare a fare un po’ di esercizio fisico durante le pause al lavoro?

Sono tutte piccole cose che contro la depressione aiutano moltissimo. È ormai assodato quanto fare attività fisica faccia bene sia al corpo che alla mente. È utile per distrarre dai brutti pensieri e per scaricare tutte le ansie, le preoccupazioni e per ritrovare il sorriso nel lungo periodo.

4. Fare una vita da pendolare

Il posto di lavoro, purtroppo, è una di quelle cose che non sempre possiamo concederci il lusso di scegliere. E a volte peggio dello stare chiusi di fronte a una scrivania tutto il giorno è condurre una vita da pendolare, sia fisicamente che mentalmente.

Una ricerca scientifica condotta in Texas e pubblicata sul Journal of Preventive Medicine è riuscita a dimostrare, infatti, come i lunghi spostamenti casa-lavoro-casa sono direttamente associati con la diminuzione dell’attività fisica e la pressione sanguigna elevata.

Inoltre, sono altissimi i livelli di stress provocati dal pendolarismo il quale aumenta il rischio di stanchezza, ansia, depressione e isolamento sociale.

5. Non dormire abbastanza o troppo

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Sleep, dormire troppo o troppo poco può portare a un maggiore rischio di depressione e di morte precoce.

I ricercatori, infatti, consigliano di rivolgersi a un medico in caso non dormano le di solito normali 8 ore a notte o si superano, perché potrebbe essere uno dei primi segnali della depressione o di altri problemi.

E tu conoscevi già queste abitudini sbagliate depressione? Come ti approcci a queste?

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.